Home
Up
Soluzioni e risultati
Come lavoriamo
Project Management
Case studies
Documenti
Newsletter
About
Links
Contatti
Sitemap

 

 

Prince2 - pagina 2

 

English

 

E' principali fondamenti che abbino tutti li stati, così nuovi come vecchi o misti, sono le buone legge e le buone arme.

[Niccolò Machiavelli, "Il Principe"]

 

Alcune delle caratteristiche più interessanti di Prince2 sono (segue da Prince2):

Ritorna a Prince2 (prima parte)

 

bullet

5.      Stages

Una delle principali forme di controllo di Prince2. Almeno al termine di ogni stage, il Project Board si riunisce, valuta tutta l´informazione, approva o meno quanto fatto (in particolare, verifica se tutti i prodotti sono nello stato previsto e della qualità necessaria) decide se procedere con la fase successiva o meno.

Il primo stage di Prince2 è speciale. IP (Initiating a Project) prevede il miglioramento di quanto fatto nel processo Starting Up a project e la produzione di tutto quanto è necessario al progetto, incluso il piano completo del progetto (dettagliato almeno per lo stage successivo). Al termine di IP, il Project Board (PB) decide se procedere o meno col progetto.

Se durante uno stage si verificano contrattempi gravi, o se il progetto sta per uscire dalle Tolleranze (vedi punto 6) previste, il PB viene immediatamente informato. Il PB prende le decisioni necessarie sulla base delle raccomandazioni del Project Manager: preparazione di un nuovo Stage Plan, Scope Reduction, abbandono del progetto, ecc.

 

 
bullet

6.      Tolleranze

Il Project Manager prende le decisioni che non comportano una modifica delle Product Descriptions, se non è previsto di superare le tolleranze approvate dal Project Board; però, non appena si profili una possibilità di superamento delle tolleranze, il PB deve essere immediatamente informato. In Prince2, le tolleranze possono essere di tempo, di scope, finanziarie, ecc.

 

 

bullet

7.      Processi, Componenti, Tecniche

Prince2 comprende 8 processi (i già visti SU e IP, più Planning, ecc.), 8 componenti (Business Case, Risks, Configuration Management, Organization, ecc.) che sono gli ingredienti dei processi, 1 tecnica obbligatoria (Product-based Planning) e 2 tecniche consigliate; come si vede, Prince2 lascia ampia libertà di scelta sulle tecniche

 

 
bullet

8.      Scalability

Il Project Board ed il Project Manager valutano quanto formale debba essere l´applicazione, quanto ogni processo e componente debba essere applicato, ecc. Prince2 è valido sia per il progetto internazionale che per l´organizzazione di una festa di compleanno

 

 
bullet

9.      Responsabilità

Le responsabilità sono discusse, accettate da tutte le parti coinvolte e formalizzate

 

 

 

bullet

Ritorna a Prince2 (prima parte di "Prince2 - Alcune delle caratteristiche più interessanti")

 
bullet

Prince2 - Come funziona?

bullet

Prince2 - Alcune precisazioni

bullet

Prince2 ed il SW a moduli in un progetto impegnativo - Case Study

 

 
bullet

10.        Rischi ed Issues

I rischi sono continuamente registrati, valutati, presi in considerazione (contromisure incluse), ecc. L´Executive è il “padrone” del risk log, però può delegare il controllo di specifici rischi.

Le issues possono essere sollevate da chiunque, in Prince2: vengono valutate, classificate, ecc; possono diventare dei rischi

 

 

bullet

11.        Terze parti

Prince2 ha una terminologia standardizzata, quindi le aziende che lo adottano lavorano molto meglio, anche con altre aziende.

Prince2 prevede la possibilità di interfacce con terze parti che non adottano Prince2 stesso: attraverso uno specifico processo (MP - Managing Product Delivery), viene garantita la produzione di prodotti che rispettano le Product Descriptions

 

 

bullet

12.        Configuration Management

Uno degli 8 componenti di Prince2.

Qualsiasi prodotto (in Prince 2, anche la documentazione è un prodotto, ed il manuale comprende le Product Descriptions di tutti i documenti) viene continuamente “tracciato”: è sempre possibile sapere lo stato aggiornato di un prodotto, accedere (se autorizzati) alle copie delle differenti versioni dei documenti, sapere esattamente quali versioni dei sub-prodotti compongono una specifica versione del prodotto (ad esempio, differenti modelli di un´auto, ecc).

Il Configuration Librarian è il “custode” del Configuration Management. In prince2, si definiscono ruoli, per cui non è necessario che una persona svolga solamente il ruolo di Configuration Librarian.

Quello che è stato “baselined” non si modifica senza il permesso del Project Board

 

 

 

Operazioni

Operazioni in Ticino, Svizzera, Europa. In particolare, portiamo il Project Management e Prince2 a: Lugano, Zurich, Italia, Londra, Francia, Milano (Prince2 Milano) e Lombardia in generale, Trento, Padova, Treviso, Verona, Venezia, Vicenza, Veneto in generale, Roma (Prince2 Roma).

 

 

Contatti

 

central(at)righetconsult.com

 

Lugano - Paradiso, Ticino, Svizzera

Home | Up | Soluzioni e risultati | Come lavoriamo | Project Management | Case studies | Documenti | Newsletter | About | Links | Contatti | Sitemap

All the information/materials on this site are provided on an "as is" basis, and they are not intended in any way to be comprehensive. Whoever uses this site does so at his/her own risk and is advised to take independent professional advice before acting on any information/materials found here. No responsibility is accepted and no representations or warranties, express or implied, that any of the information and materials on this site are complete, accurate or error/omission-free, are given.
Unless specifically stated, the contents of this site may not be reproduced, distributed or published in any way without prior consent.

This site makes use of  Google Analytics, a web analysis service by Google, Inc.  ("Google"); relevant conditions apply.
Last updated: 08/01/14.