Home
Up
Solutions and results
How we work
Project Management
Prince2
Case studies
Newsletter
About
Links
Contacts
Sitemap

 

Articles

 

The textbooks agree, of course, that we should only believe reliable intelligence.

[Carl Von Clausewitz]

 

Since Dicember 2008 - nr. 1

Nr.2: Articles - Project Management - Prince2 - etc.

 

 

bullet

Prince2, Project Management e Training in Tempi di Crisi

(February 21st, 2008)

 

Qual'e' la prima cosa che le aziende tagliano in questi tempi di crisi?

 

La formazione (Training).

A ben pensarci, la cosa non ha senso, perche' le aziende hanno comunque bisogno di collaboratori preparati ed al passo dei tempi se vogliono sopravvivere. Senza collaboratori preparati, possono anche chiudere subito.

E' una questione di mentalita': ridurre le spese oltre un certo limite significa solamente avere accettato la fine e cercare di posporla il piu' possibile. Tanto varrebbe chiudere tutto subito e risparmiare cosi' ancora di piu'.

Chiariamo subito che non e' questo lo scopo del Training, del Project Management e di Prince2 in particolare.

 

 

Dimostrato quindi che le aziende hanno bisogno di collaboratori per sopravvivere, vediamo di quali collaboratori hanno bisogno.

 

Ci sono i collaboratori esterni che consentono un grande risparmio ed una eccezionale expertise, ma ... siamo i primi a dire che il mondo della consulenza e' variegato e che i seri professionisti non sono cosi' facili da trovare. Senza contare che spesso non hanno la preparazione necessaria.

 

Diverso e' il caso del Project Management, a patto che ... il consulente sia un Project Manager qualificato ufficialmente; ad esempio, un project manager che sia certificato Prince2 practitioner da la garanzia di sapere casa fa; un proj. manager non qualificato ... potrebbe anche essere in gamba, ma che garanzie ci sono, soprattutto se e' un consulente?Il Project Management, Project_Management, e' una disciplina, e come tale ha i suoi specialisti certificati.

 

Lo stesso vale per il Training: oggigiorno tutti fanno corsi, basti l'esempio della PNL. Se poi si va a vedere, ad esempio nel caso della PNL, si scopre che spesso sono corsi per riuscire ad “agganciare” ragazze, per il proprio benessere, ecc. Triste fine per una disciplina nata per ben altri scopi e con molte possibilita' (se fatta seriamente).

 

Quindi un' azienda ha bisogno di collaboratori esterni che siano ufficialmente qualificati e che lavorino seriamente: il loro utilizzo fa risparmiare e da risultati eccezionali. Pero' bisogna sceglierli molto attentamente.

 

Ci sono i collaboratori interni, che, se ben istruiti, hanno il vantaggio di conoscere bene l'azienda; inoltre, possono gestire molte realta' quotidiane dove un consulente sarebbe uno spreco. A meno che non si voglia pagare per anni dei consulenti (a questo punto punto solo di nome) per fare quello che un collaboratore interno puo' fare ad un costo molto minore.

Pero' i collaboratori interni devono essere preparati, sempre al passo coi tempi, pronti a cogliere l' occasione ed innovativi. C'e' un solo modo per raggiungere tale risultato: Training, o Formazione come si dice talvolta.

Tale Training puo' essere fornito solamente da seri professionisti.

Ad esempio, chi altri, oltre a dirigere un progetto importante, potrebbe fare formazione ageguata nel campo del Project Management? Quanti conoscono, sia teoricamente che operativamente (e non perche' si sono magari gettati “ieri” nel campo della consulenza pratica per arrotondare), Prince2 in Italia od in Ticino?

 

 

Il generale che si trova in una situazione difficile, come prima cosa dedica tutte le risorse che puo' all'addestramento di ufficiali e soldati. La storia e' piena di esempi di eserciti splendidamente equipaggiati ... sconfitti da eserciti piu' “poveri” ma molto meglio addestrati sia nel combattimento che nell' uso dei loro “poveri” mezzi.  Ed e' anche piena di eserciti “ricchi” che non erano ben addestrati all'uso dei loro “ricchi” mezzi: sconfitti, spesso ignominiosamente.

Lo sapete che il project management ed il “Chief of Planning” erano gia' previsti negli antichi testi di strategia cinesi? Negli stessi testi si parlava di “prodotti che producono profitto”, sembra quasi di leggere i principi di Prince2.

Gli antichi testi cinesi parlano anche dell' importanza fondamentale dell'addestramento (o Training che dir si voglia).

Abbiamo quindi dimostrato che il Training continuo e' fondamentale, soprattutto in periodi di crisi.

 

 

Torniamo ora al project management ed a Prince2

 

In tempi di crisi, razionalizzare e' di fondamentale importanza: i progetti arrivano alla fine e l' azienda produce qualcosa che da profitto.

E qui si inserisce Prince2: una metodologia di project management che si basa sui prodotti e non sulle attivita'. Ricordate: le attivita' sono costi, i prodotti sono guadagni.

In Prince2, si definiscono i prodotti come prima cosa. Poi, e solo poi, si definiscono le attivita' necessarie alla realizzazione dei prodotti; semplice, no?

Immaginatevi i risparmi! Niente attivita', ovvero costi, se non assolutamente necessarie per realizzare i prodotti, ovvero fare guadagnare.

 

Ma non finisce qui!

In Prince2, per prima cosa si fa il Business Case, con le motivazioni, i benefits, ecc. Il Business case viene continuamente rivalutato, per cui, se per qualsiasi motivo (anche esterno) non e' piu' valido, ci si ferma un attimo a pensarci su.

Insomma, i progetti iniziano e procedono in funzione dei benefits ovvero dei vostri guadagni.

Chi vi ha mai parlato di project management in questi termini?

 

 

Training o formazione

 

Cosa di meglio del formare i vostri collaboratori in pratiche innovative, per superare la crisi?

Il project manager dovra' essere un collaboratore esterno, e' vero. Ma perche' non formare anche i collaboratori interni in modo che possano essere parte attiva?

Non e' necessario che abbiano qualifiche di project management, basta che capiscano i principi ed i punti fondamentali (che possono variare a seconda dell' incarico).

Vi immaginate cosa potrebbe essere un' azienda che applichi prince2? I cui collaboratori hanno ricevuto la formazione necessaria ad operare con successo sotto la guida di un project manager qualificato Prince2 Practitioner?

 

Bye bye crisi!

 

 

Descrizione azienda:

 

 www.righetconsult.com

Practice svizzera innovativa di Lugano (Ticino), fornisce servizi di Project Management e soprattutto Prince2, Training, Coaching, Strategia, Organizzazione aziendale, Sviluppo organizzativo, PNL, Analisi dei rischi / Gestione del rischio.

Le zone di maggior interesse sono Ticino, Lugano, Svizzera, Milano, Como, Varese, tutta la Lombardia, Trento, Vicenza, Trento, Roma, Verona, Treviso, Padova, Belluno, Rovigo, Venezia ed il Veneto in generale.

bullet

Project management (Gestione dei progetti): miti e mode

(January 10th, 2009)

 

Il Project management

Molto spesso non è chiaro cosa sia il project management: talvolta perfino chi lo pratica, o crede di praticarlo, non sa bene quello che sta facendo e diffonde impressioni sbagliate. Un progetto deve essere gestito con una metodologia (ad esempio, Prince2), applicata da un Project Manager qualificato: questo è il Project Management.

Il progetto gestito col Project Management è una scienza più o meno perfetta; il progetto gestito senza è un´avventura. Purtroppo, al giorno d´oggi la definizione project management è abusata: a fianco di serie metodologie, fioriscono una pletora di “mode del momento” che spesso recano più danno che beneficio.

Il Project Management è un´arma straordinaria, però deve essere ben compresa, affilata ed impiegata; il Project Manager deve essere scelto tra i professionisti, ovvero i Project Manager qualificati. Se ciò non avviene, prima o poi arriva l´inevitabile epilogo: la disfatta finale.

Tutti i metodi di Project Management "seri" sono equivalenti? Assolutamente no!

Alcuni metodi di project management sono semplici raccolte di conoscenza: in poche parole, sareste in grado di dirigere praticamente un progetto dopo averle studiate? Un paragone: un laureato appena uscito dall´università; tanta teorie ma nessuna pratica. Se non ci credete, andate ad un convegno di project management per vedere quanti cercano di riscoprire l´acqua calda (le metodologie di Project Management pratiche).

 

Alcuni metodi di project management sono così dettagliati e/o settoriali che non sono di alcuna utilità se non in un ambito ristretto. Possono essere definiti project management? Una persona che non sia un tecnico specializzato in quello specifico settore può utilizzarli con profitto? Dov´è la visione generale del progetto?

I "metodi" di project management che arrivano da luoghi esotici e vengono propagandati come panacee di tutti i mali: finora, non abbiamo sentito di nessun caso in cui abbiano funzionato in occidente; chi li ha adottati se n´è pentito od ha apportato modifiche sostanziali, tanto da creare qualcosa di completamente nuovo giusto per "andare in pari". Eppure, vi sono "messia" che continuano a riproporli in tutte le salse.

Perché i paesi asiatici stanno importando la metodologia di Project Management Prince2, concepita e sviluppata in Europa?

 

Il Project manager

Non è vero che chiunque può fare il project manager. Il project management richiede un Project Manager, non una persona cui viene affidato un progetto e che viene spesso scelta per le sue capacità tecniche - se va bene viene mandata a fare un corso; affidereste il settore marketing ad uno sviluppatore?

 

L´esperienza: chi non ha mai fatto vero project management in vita sua che esperienza ha? Troppo spesso si "premia" qualcuno dandogli l´incarico di project manager.

Il project management è troppo importante per un´azienda; affidereste il comando di un´armata ad un politico? Badate bene che è già accaduto, con i risultati che tutti si possono immaginare.

 

L´attitudine: troppo spesso si dimentica che senza l´attitudine non si va da nessuna parte. Il Project Management è una disciplina ma anche un´arte: servono studio ed impegno, ma anche attitudine.

  

Molti dicono: “il project manager si arrangi con il progetto, se sbaglia paga”.

Eh si, però chi ci rimette alla fine se il progetto non raggiunge i risultati previsti? Il committente e l´azienda.

Il vero Project Manager collabora con il committente, non lo disturba se non quando previsto od in situazioni importanti; cionondimeno, solamente il committente può prendere certe decisioni capitali (come aumentare il budget, impegnare più risorse, ecc).

 

Il vero Project Manager sta al committente come il generale sta al sovrano: dirige le operazioni, ma le indicazioni politiche, i finanziamenti ecc, sono responsabilità del sovrano. Soprattutto, il Project Manager è ufficialmente qualificato, esattamente come il generale

 

Non fidatevi di chi parla ai convegni! O meglio, attenti! Le connessioni ed una bella sala non fanno un project manager.

Le slides piene di figure senza significato (tipo della gente in cravatta e sorridente attorno ad un tavolo) non fanno project management: il Project Manager è un serio professionista che lavora duro al suo posto di lavoro. La professionalità non ha nulla a che fare con la fotografia.

 

Per finire: chiedete sempre a chi avete di fronte che qualificazione di Project Management ha! 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Operations

Operations in Switzerland, Italy, Europe. In particolar, we bring Project Management, Prince2, Training and the other solutions to: Lugano and Ticino, Zurich, London and the UK, Padua (project management Padova), France, Milan, Como, Varese, Rome, Trento, Treviso, Verona (project management Verona), Venice, Vicenza.

 

 

 

 

 

 

 

 

Documents

Nr.2: Articles - Project Management - Prince2 - etc.

Planning and Project Management

What is a team?

Press releases

 

 

 

Contacts

 

central(at)righetconsult.com

 

Lugano - Paradiso, Ticino, Switzerland

Home | Up | Solutions and results | How we work | Project Management | Prince2 | Case studies | Newsletter | About | Links | Contacts | Sitemap

All the information/materials on this site are provided on an "as is" basis, and they are not intended in any way to be comprehensive. Whoever uses this site does so at his/her own risk and is advised to take independent professional advice before acting on any information/materials found here. No responsibility is accepted and no representations or warranties, express or implied, that any of the information and materials on this site are complete, accurate or error/omission-free, are given.
Unless specifically stated, the contents of this site may not be reproduced, distributed or published in any way without prior consent.

This site makes use of  Google Analytics, a web analysis service by Google, Inc. ("Google"); relevant conditions apply.
Last updated: 08/01/14.